Didascalia

Didascalia

venerdì 15 giugno 2012

Hellboy: Il diavolo nel fumetto d'avventura

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con comicsverse 101, il blog che fa il diavolo a quattro! Come i lettori più vecchi sapranno, a noi della redazione piacciono i supereroi.Un bel po'. Ma ogni tanto ci piace anche leggere qualcosa di diverso, ma non troppo dai. Che ne dite quindi di un demone infernale lanciato ad investigare fenomeni paranormali?  Signori e Signore, Hellboy!
Stavolta niente rime però!


Hellboy è un personaggio scritto e disegnato da MIke Mignola ( ma nella sua prima apparizione i dialoghi erano di John Byrne)  apparso per la prima volta su San Diego Comics Con Comics 2 del 1994. La sua storia inizia in Scozia, nel 1944. I nazisti hanno intenzione di cambiare le sorti della guerra, creando un progetto chiamato Ragnarok. Un gruppo segreto di nazisti composto dalla crema della crema dei soldati del Furher decide quindi di rivolgersi ad uno specialista dell'occulto


Grigori Rasputin, ex consigliere occulto dello Zar che in questa realtà ha padroni molto diversi...

Ogdru Jahad, il drago della rivelazione, ovvero un insieme di entità molto Lovecraftiane, che un tempo abitavano la terra. Potenti, e dediti al caos, la loro semplice visione porta alla follia più assoluta. Gli Ogdru sono stati intrappolati in un altra dimensione all'alba dei tempi, e la chiave per liberarli dalla loro prigionia è la mano rossa del destino (la stessa cosa che li ha creati, essendo la mano di un antico spirito), un artefatto costruito da una sostanza simile alla pietra. Rasputin vuole liberare questa bestia primordiale, la cui motivazione principale, al contrario di quella dei comuni cattivi del fumetto, è solo la distruzione più assoluta

   
Ma invece che liberare i demoni, Rasputin evoca Anug ag Rama, una creatura simile ad un diavoletto, con la pelle rossa, coda e piedi caprini, che porta al posto della mano destra la mano rossa del destino. Le forze americane riescono a portarlo via ai nazisti, e la creatura viene chiamata dal professor Trevor  "Brutto" Bruttenholm, Hellboy. La creatura viene così cresciuta dalle forze alleate, tra cui anche dal supereroe noto come la Torcia della Libertà, che gli insegnerà a sparare. Con scarso successo

 Ma sarà proprio il prof Bruttenholm a diventare il padre adottivo della creatura, insegnandoli i rudimenti della magia, e tutto ciò che è possibile imparare sulle leggende, i miti e il folklore. Crescendo, Hellboy diventerà sempre più grande, e svilupperà anche delle lunghe corna (che taglia, da qui le forme a disco sulla sua fronte), dimostrando una grande forza, un fattore rigenerante e invecchia molto lentamente. Hellboy però ignora gran parte del suo passato. Egli infatti è un ibrido uomo demone, ma preferisce non sapere. Perchè se sapesse, probabilmente non dormirebbe. Quindi, il nostro grande rosso considera la sua famiglia solo "Brutto"

 Bruttenholm fonderà poi il Bureau per la ricerca e la difesa dal paranormale B.P.R.D, una task force dedita ad investigare i misteri del mondo, e sarà proprio come membro di questa associazione che Hellboy vivrà la maggior parte delle sue avventure, arrivando anche ad ottenere nel 1952 lo status di "Umano onorario", diventando così una figura pubblica, tanto che la maggior parte delle persone con cui interagisce non sono sorprese dal suo aspetto. Hellboy ha incontrato nella sua carriera decine e decine di nemici bizzarri (oltre ai nazi) come Alieni, e le loro sonde "Misteriose"


Creature magiche di ogni forma e dimensione, come la strega russa Baba yaga, un villaggio di lupi mannari, jenny dai denti verdi, fate e folletti in grado di mutare aspetto
 Mummie, Golem, fantasmi, scimmie armate di pistole, cani giganti
 Armate di fantasmi, elfi, fate, spiritelli e qualche zombie

Hellboy ad un certo punto lascerà il Bureau, che però continuerà nel suo indagare, anche grazie ai suoi agenti, esseri non proprio umani. Come Abe Sapien-anfibio telepatico, Liz Sherman-pirocineta, Johann Kraus-Fantasma, Roger-.Golem, Ben Daimio-umano con grande conoscenze occulte. Hellboy non dimostrerà mai verso i suoi colelghi la tipica animosità dei demoni, grazie alla sua educazione. Dopotutto è un ragazzo normale

Dovessimo confinare Hellboy in un genere, direi che potrebbe essere Avventura horror. Lo stile minimalista di Mignola permette effetti grafici mica da ridere, dando alle pagine un senso di tridimensionalità non da poco, dando anche un certo senso di smarrimento e di stupore.
 E il personaggio mantiene le caratteristiche del miglior fumetto d'avventura, che permetteno di inserire Hellboy in quasi ogni contesto, perchè può attingere alle leggende di tutto il mondo, nonchè riesce a prendere a piene mani dal mondo del fumetto classico, dando vita a gustose parodie dei vecchi fumetti di ogni tempo. Hellboy appare prevalentemente in miniserie, formato perfetto per il nuovo lettore: basta elggere un volume per trovare una gustosa avventura autoconclusiva. Magari con qualche strizzatina d'occhio per l'appassionato più scafato. Presentiamo una diapositiva
 Hellboy è stato anche trasposto in un paio di pellicole cinematografiche, "Hellboy" e "Hellboy and the Golden Army" si Guillelmo del Toro. Il nostro grosso rosso è interpretato da Ron Perlam

Hellboy, sebbene sia un personaggio recente, ha scalato le vette del fumetto americano, diventando il simbolo universalmente conosciuto della casa editrice Dark Horse (almeno prima che pubblicassero Buffy, ma questa è un altra storia). Cavolo, ha persino avuto un Team-up con Batman!

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Mano del destino inserita. Pronti a partire. Let's go

2 commenti :

  1. Pardon il tono da precisi no :) ma Roger non è un homunculus? :) gran bell' articolo complimenti!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è un Homunculus ma volevo rendere chiaro a tutti cosa fosse senza troppi spiegoni! Grazie mille!

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio