Didascalia

Didascalia

venerdì 18 maggio 2012

Di Etrigan il demone la storia, per parlar della sua gloria

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con comicsverse 101, il blog sui fumetti non superato da nessuno! Di Jack Kirby, re dei fumetti la cui gloria è imperitura, avevamo accennato spesso, ma mai abbiamo parlato di una sua creatura. Il momento finalmente è arrivato, e possiamo finalmente parlare di questo demonio da noi molto amato. Preparatevi quindi alla visione fatale di Etrigan il demone infernale!
La mia buffa parlata verrà ovviamente lungo il cammino spiegata!


Etrigan fece la sua prima apparizione, in un albo col suo stesso nome. Scritto, diretto e disegnato tutto dal re, che, manco a dirlo, faceva per tre. Dopo aver abbandonato della Marvel i lidi, Jack kirby si recò alla Dc per aver collaboratori più fidi. Il re creò molte testate, e tutte da lui scritte e disegnate. Nel 1972 così conosciamo, il demone giallo che già tutti amiamo. Evocato da Merlino, mago potente, Etrigan si può dire che fosse un gran Fetente. Dell'inferno granduca, e demone rimatore, Etrigan non voleva difendere Camelot per far a Merlino un favore. Lo stregone così decise, di legare ad un uomo mortale, l'anima della creatura infernale. Fu un cavaliere  che aveva Jason Blood Come nome, ad ereditare del demone la maledizione
 Blood divento così una creatura immortale, dovendo però dividere il corpo con l'ex creatura celestiale. Seppur la convivenza fosse forzata e difficoltosa, Jason non cercava una cura senza posa. Sapeva infatti che la maledizione del fato, era l'unico modo per tenere il demone incatenato. Così per secoli lustri ed anni, i due vissero riparando a molti danni. E in alcuni rari casi di cui Jason porta ancora le onte, ne furono persino la fonte.
 Per attivare la trasformazione da uomo a demone, una formula arcana di doveva pronunciare, stando molto attenti a non sbagliare. In principio era lunga, e forse un po' pomposa, e gli scrittori che seguirono il re l'accorciarono senza posa!
Sparsici o forma mortale, che venga Etrigan, demone infernale!
 Durante il periodo in cui dal re era scritto, raramente Etrigan fu sconfitto. I normali umani cadevano come birilli, sotto delle fiamme infernali gli zampilli. Citiamo alcuni dei nemici del demonio più ricorrenti, in modo tale che voi lettori possiate stare attenti!
Morgana, nemica longevo, vuole uccidere Etrigan dal medioevo. Brama del demonio l'energia e la fierezza, per poter ritrovare la sua giovinezza.
 Delle fogne il fantasma, un attore sfigurato amante del marasma. Pensate, lo sciocchino è innamorato di un manichino! In un mondo pieno di magia, trova spazio anche la follia.
 Questo bianco personaggio, è il re delle scimmie, e ci vuol coraggio. La sua arma è infatti il terrore e lo sgomento, in ciò che più temi può trasformarsi in un portento!
 E quello che forse è il più famoso, giovane senza peli sul petto, Klarion Bum Bum Bum lo streghetto. Figlio di grandi maghi, ohibò dico io, per infastidire Etrigan lo chiama zio! Dotato di una magia potente e privo di tatto, Klarion è sempre accompagnanto da Teekl, il suo gatto. Ma fate attenzione, dico cosa vera, da docile felino si trasforma in una fiera!
 Etrigan è figlio di un demone potente, Belial, l'impenitente. Questo gli doni poteri superiori ad ogni mortale, come si confà ad un demone regale. Dotato di enorme forza bruta, persino superman si piega davanti alla creatura cornuta.
 Il demone non è legato dalla nostra vulnerabilità mortale, poche cose gli possono fare male! Fate attenzione al rimatore, non può essere fermato neanche da un colpo al cuore!
 Il fuoco scorre nelle sue vene, è in grado di lanciarlo, e dell'inferno farvi sentire le pene.
 Etrigan è anche di merlino il fratellastro, e a destreggiarsi con la magia non è certo un disastro. Ma di certo non è alto il suo livello come quello del fratello, e gli incatesimi spicci, possono portare anche dei pasticci . Una volta volendo di nuovo sentire l'aria radiosa, etrigan si separò da Blood, cosa pericolosa!
 Etrigan si è spesso unito in battaglia ad altri eroi Se siete criminali quindi poveri voi! E come ogni cretura spettrale, si solito il nostro Demone combatte le minaccia sovrannaturale
 Per un certo periodo Etrigan usando le spade, avrebbe voluto esser signore dell'ade. Venne da molti eroi fermato e lanciato in aria, dopo una lunga battaglia sanguinaria.
 Seppur Etrigan abbia avuto almeno due serie regolari, le sue vicessitudini ebbero storie particolari. Ecco perchè, in modo più vario, Etrigan è più spesso un comprimario. Spesso infatti del regno dei morti è guida, per gli eroi che nell'averno cercan la sfida. Dopotutto, Etrigan, mostro molto poco leale, è una forza del male. Libero dal ospite umano Etrigan è un osso duro, e molti lo hanno sfidato in vano. Potente e pericoloso, Etrigan resta così un personaggio prezioso! Molti grandi scrittori l'hanno usato per farsi le Ossa, Alan Moore ( che decise anche le giusta metrica per il demone da usare, pentametro giambico, mica facile da realizzare!), Garth Ennis ( che grazie a tale creatura, lanciò Hitman, il mercenario che fa del male una mietitura), Matt Wagner e altri che ora devono scavarsi una fossa. Forse perchè il talento nelle rime, diciamo in verità, non era nè di prima nè di seconda qualità!
Ma non temete fedeli lettori, critici o ambedue, Etrigan ha ritrovato un posto nei Nuovi 52. Il demone che spesso mormora parole poco sincere, in questa serie è un cavaliere. E in un epica avventura che segue del fantasy la scia, il nostro demonio ha una bella compagnia. Immortali, amazzoni e cavalieri dorati ingrossano il cast di questa serie dai toni prelibati.

E anche per oggi è tutto amici e parenti, Stay Tuned per nuovi aggiornamenti. Che dell'Ade squillino pure le trombe, pronti a partire faremo dei nemici un ecatombe! Siete pronti si o no? Orsù Let's go

8 commenti :

  1. Dei del cielo, che mazzo che devi esseri fatto per questo articolo! Quello che non ho mai capito, va bene, è infido e quindi combatte altri cattivi per sete di potere o puro gusto della lotta, ma di suo, di fronte, che sò, ad un bambino in pericolo, Etrigan come si comporterebbe?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà non è un mazzo, perchè mi son sempre piaciute le riem da bambino, e poi non è in metrica. Mi seccava solo l'avessero eltto in venti, perchè l'idea di fondo era simpatica :) Allora, di suo Etrigan varia molto da scrittore a scrittore. Per Kirby era omunque una forza del bene, per tutti gli altri è un qualcosa di più caotico. Quindi oggi come oggi dipende cosa ci guadagnerebbe a salvare il bambino

      Elimina
    2. Rendiamoti comunque i giusti onori: ora sono almeno ventitré lettori! Poiché Lavos-D, incline all'illeismo su di sé, visto il suo peso conta almeno per tre.

      Come molti antieroi, chi pessimo e chi gemma, Etrigan getta sempre i suoi autori in un dilemma: farlo estraneo tra i buoni, comunque paladino? O eroe suo malgrado, malizioso e meschino?
      Comics Code a parte, un demone non può comportarsi da boy scout: ma è dai Mighty Nineties che gli eroi maledetti sono out. E anche prima, era alto il rischio di scadere nel cliché: è un unico topos, non solo secondo me.
      Gli inglesi, che a gestire un impero qualcosa hanno imparato, per simili soggetti un termine han coniato.
      Per quelli come Etrigan c'è un nome quasi intraducibile, per definire chi è un soggetto imprevedibile; la cui fedeltà a uno schieramento non è ligia, e a valutarlo vien posto in una zona grigia, chi non è chiaro se buio o luce combatta: lo chiamano "Wild Card", ovvero cartamatta.
      E questa non-scelta torna comoda a ogni autore: allevia il suo lavoro, gli rinfranca il cuore. Poiché, senza schemi precisi con cui farlo comportare, possono far di Etrigan un po' il ***** che gli pare!
      (Lavos-D)

      Elimina
    3. Prima di tutto, un grazie a te Lavos-D, che rendi piacevoli anche i Lunedì. Etrigan è una creatura del re, e seppur sembri un po' un clichè, non tutti gli scrittori liberali sanno gestire questi personaggi regali. Di base io vedo Etrigan il demonio, come un personaggio legato al pandemonio. Non quindi una vera malvagità infernale, ma quasi una buffoneria letale. Concordo abbastanza col tuo definirlo imprevedibile, e perciò non troppo gestibile, ma si sà, col giusto impegno, qualsiasi personaggio diventa di esser letto degno (Tranni i pagliacci in viola, quelli lì son sempre una suola! :P )

      Elimina
  2. Ah, Ah, AH! Post geniale, proprio niente male!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispondo vicino al porto, grazie per il supporto!

      Elimina
  3. Un vero e proprio tocco di classe, tu sei superiore alle masse! Di una crreatura hai tu parlato, il cui autore in tanti abbiamo amato, per tutti questi elementi, ti dico davvero complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio in modo corto, ma che piacere il tuo supporto!

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio