Didascalia

Didascalia

domenica 29 aprile 2012

Astro City (Awesome Concepts)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che vi aiuta  aperdervi nel mondo dei fumetti (in senso buono). Kurt Busiek è uno dei più prolifici autori di fumetti degli ultimi vent'anni. Più che altro la sua fama deriva da una miniserie, Marvels, ovvero "La storia dei fumetti Marvel vista dagli occhi della gente comune". Uno spaccato di come sarebbe la vita se ci fossero i supereroi. Un'idea talmente buona che una sola miniserie ci ha lasciato l'acquolina in bocca. E Busiek, da studioso e amante del fumetto, ha espanso l'idea. Ha creato un micromondo, dentro una città. Una città che guarda verso l'alto e li vede. Stormi di eroi in calzamaglia. Squadroni di criminali. E uomini normali, che lavorano, vivono. Signore e Signori, Benvenuti ad Astro City, guidate con prudenza,
Per quanto l'egocentrismo del mettere il suo nome così con prepotenza in copertina è un poco fastidioso



Astro city nasce nel 1995, pubblicata dall'etichetta indipendente Homage, appoggiata alla casa editrice Image (sembra un gioco di parole buffo). I testi sono di Busiek, i disegni sono di Brent Anderson, e le copertine di Alex Ross (famoso per i suoi disegni iperreralistici, per i quali sono necessari studi di foto. Disegni che vengono dipinti a mano.). L'idea è semplice. Mostrarci momenti della vita di eroi e non. Mostrarci quello che i fumetti "normali" non fanno. Cosa succede quando un pesce piccolo scopre l'identità di un eroe? Dove vanno gli eroi a rilassarsi? E cosa sogna un uomo che può spostare le montagne?

Di volare. Ma ci arriviamo impazientoni che non siete altro.

Dire che astro city ha una miriade di personaggi sarebbe come dire che Cicciolina aveva una vita amorosa molto modesta. Busiek dipinge un affresco di personaggi, tutti volti familiari (sono infatti reinterpretazioni di Tropi classici del fumetto di supereroi) dove ogni dettaglio è importante. Ogni personaggio viene studiato nel dettaglio dal trio Anderson-Busiek-Ross, anche quel personaggio che appare solo in una vignetta, o in forma di statua. Così come nei fumetti di Batman la città di Gotham diventa protagonista della Narrazione, evolvendosi, e diventando sempre più familiare al lettore, così fa Astro City. Cornice di invasioni aliene, casa di Demoni e Santi. In Astro city ci sono elementi di ogni città del mondo. Solo con gente in costume che vola, si lancia in acrobazie o sfreccia alla velocità del suono. Osserviamo alcuni dei suoi protagonisti più famosi


Samaritan
 Samaritan viene dal futuro. Un futuro oscuro. Torna nel nostro tempo per salvare l'umanità, ma qualcosa va storto. Nel viaggio del tempo, viene imbevuto di energie cosmiche oltre ogni comprensione. Salva il suo futuro, ma cambiandolo scopre che il suo viaggio nel tempo lo ha cancellato dalla storia. Capace di volare, di livellare montagne e di creare costrutti di energia, Samaritan può fare tutto. Eccetto tornare a casa. Assunta l'identità segreta del correttore di bozze Asa Martin (e sì, lo so che è un anagramma stupido, ma a Busiek piacciono un sacco) inizia a proteggere il mondo, seguendo una rigida scaletta dettata dal suo computer futuristico noto come zykometro. Samaritan è l'emblema dell'eroe che ha dato tutto per il prossimo, e se potrebbe darebbe di più, Ma nel suo cuore, c'è un desiderio. Un sogno se volete. Avere del tempo per apprezzare la sensazione di volare. Un sogno di Libertà.


Jack-in-the-Box

 Giustiziere senza poteri, Zachary Taylor è il secondo Jack-in-the-Box, manto che preso dal padre, ingengnere di colore morto in azione. Zack è un talentuoso progettista di giocattoli. Giocattoli che usa come arma, assieme a grandi capacità acrobatiche e ad un umorismo tagliente. Stelle filanti in plastica che potrebbero trattenere chiunque, nasi da pagliaccio elettrificati, mani e piedi a molla, nulla è troppo strano per il nostro pagliaccio. Un omaggio a tutti i supereroi scavezzacollo, Zacchary pensa di aver visto di tutto e di essere pronto a tutte le sfide. Ma avrà pensato alla paternità?


La Prima famiglia

 Augustus e Julius Furst sono due fratelli. Augustus è uno degli uomini più intelligenti del pianeta, Julius adora spaccare teste. Ma sono prima di tutto esploratori dell'ignoto. Fino a quando Nadia (terza moglie di Augustus) concepisce con il suo attuale compagno, il re delle bestie Kaspian, Natalie (capace di cambiare dimensioni) e Nick (proietta energia). Ma Nadia sparisce, e Kaspian non può tenere i gemelli. Augustus adotta i bambini, e insieme diventano la prima famiglia il più grande gruppo di esploratori scientifici del cosmo. Alla famiglia si aggiungerà poi Rex, figlio della regina dei mostri sottomarini, che si sposerà con Natalie. Dando alla luce Astra.


Astra Furst
 Astra è una ragazza normale. Si alza, va a scuola da un computer, e mangia cibi irradiati. Oh, ed è capace di cambiare tutto il suo corpo in energia. Fino ai dieci anni Astra vivrà perennemente nel quartier generale della prima famiglia, fino ad una sua fuga nel mondo reale, per capire cosa significa essere una bambina. E ce la farà. Astra lotta tutti i giorni con le aspettative della gente. Tutti la amano, anche senza conoscerla. Ma Astra è una combattente. Il rispetto? Certo è bello, ma solo se guadagnato. E Astra se lo guadagnerà. Non ci sono dubbi.


Il confessore
 Misteriosa figura che pattuglia Astro city di notte. Molti ne parlano, nessuno l'ha visto. Il confessore recluterà poi un giovane cameriere per farne il suo assistente, e forse, per trovare qualcuno con cui condividere il segreto che aleggia sulla sua nera figura


L'impiccato.
 Nei numerosi quartieri di Astro City, uno spicca in particolare. Shadow hill. Quartiere popolati da mostruosità innaturali come demoni, vampiri e chissà cosa. Come mai la gente continua a viverci? La risposta è L'impiccato. Più misterioso del confessore, la spettrale figura possiede enormi poteri mistici, ma la sua preoccupazione principale è proteggere il quartiere dalle mostruosità che vi ci abitano. E finchè l'impiccato sarà in giro, state sicuri che Shadow Hill non correrà alcun pericolo. E anche se l'uomo in nero non parla con tutti, quando lo fa, porta sempre qualcosa. Una sorta di speranza mista ad una tristezza. Perchè di fronte a grandi perdite, nessuno dimentica. Nessuno.


Loony Leo
 Leone proveniente da un cartone animato degli anni 40 a causa di uno scienziato pazzo. La fede nella gente sulla sua esistenza lo ha reso immortale. Se in principio Leo era una star del cinema, e spalla di un supereroe, in seguito la sua vita finirà negli scandali, quando verrà accusato della morte di una prostituta minorenne. Deriso e dimenticato, per un certo periodo Leo sarà anche un criminale. Per poi redimersi ed aprire un ristorante a tema anni 40, Unico modo per lenire una vita che non è sua. Dopotutto cos'altro potrebbe fare un leone dei cartoni sosia di Bogart?


Beautie

 Nessuno sa chi sia questo robot costruito con le fattezze di una bambola. Fortissima e in grado di volare, Beautie è semplicemente apparsa. Neanche lei conosce la sua vera origine. Beautie si sente fuori posto, respinta, in un modo che non spiegarsi. E le sue sorelle bambole non possono darle risposta dalle loro scatole.

La guardia d'onore

 I più grandi eroi di Astro city, formati dal gigantesco Max'o millions, da anni proteggono Astro city da invasioni aliene, da sindacati criminali eccetera. Il meglio del meglio. Perdere il posto al suo interno potrebbe rendere folle chiunque.....


Astro city è posto magico. Pieno di dettagli e di particolari nostalgici e non. Ogni nome, ogni via, a un qualche rimando a questo o a quello scrittore o disegnatore. C'è il monte Kirby, il teatro Finger, eccetera. Una città che ha condensato in pochi anni decenni di storia del fumetto. I lettori più assidui sapranno che gli anni 90 erano anni ESTREMI! tutti violenza, vendetta e armi lunghe come la Salerno Reggio-Calabria. Quest'epoca oscura ad Astro city, è successa negli anni 70. Sono apparsi vigilanti violenti, maghi estrosi e creature infernali. E anche se la miniserie che se ne occupa parla di una vita di vendetta, forse la vera storia e vedere la gente perdere fede negli eroi, fino ad un momento. Un uomo in rosso, coi capelli blu, salva un razzo. E tutto cambia.

Citate un clichè da fumetto. Uno a caso. Astro city ne parla, anche solo in una riga. Morti, resurrezioni, cloni, versioni malvagie, eroi che passano il mantello. State certi che lo troverete. Il lettore di fumetti più scafato si divertirà a riconoscere questo o quel personaggio, e sarà pervaso da un senso di agrodolce nostalgia. Il nuovo lettore, troverà un fumetto che forse odora un po' di vecchio, ma vale la pena leggere.


Anche perchè ogni tanto potrà fare un apparizione Mirage, il supereroe al Neon protettore di Las vegas. E' il mio preferito, anche se dice si è no due battute, ma ragazzi se ha il design più fico del cosmo.

E se ancora non vi ho convinto, Lasciate che vi racconti la storia di Alan Jay Craig, Il silver Agent. Sotto controllo mentale metterà fine alla vita di un criminale. E verrà condannato alla sedia elettrica. Ma la salvezza arriverà grazie ad un gruppo di eroi del futuro, che avranno bisogno di Alan per salvare il futuro. Non serve Samaritan, non serve l'impiccato. Serve Silver agent. Armato solo di Coraggio e Abilità. E gli eroi vincono. Dopo anni di battaglie basta un uomo, per guidare la carica. E arrivare alla vittoria


Ma un tetro futuro aspetta Silver Agent. La sedia elettrica. Potrebbe scappare nel futuro. Ma Alan Craig ha visto il futuro. Sa che Andrà tutto bene. E va. Verso la morte. Innocente. Verso la morte. E spira. Il più grande eroe del mondo ucciso come un volgare criminale. Astro city gli dedicherà una statua. L'incisione reca la scritta: "A nostra eterna vergogna"



E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Immersione nelle energie empiree. Pronto a partire. Let's go

6 commenti :

  1. non l'ho letta, ma la tua sintesi della storia del Silver Agent mi fa dire "porca di quella grandissima puttana!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' uno dei pezzi migliori di Busiek a parer mio. In genere ha un tono di scrittura forse un po' "vecchio" ma qui splende tantissimo. Grazie per il supporto Scott!

      Elimina
  2. Adesso ho capito che storia era questa famosa Astro City...grazie! ^_^

    RispondiElimina
  3. Deliziosissimo blog! Aggiungo ai preferiti!

    RispondiElimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio