Didascalia

Didascalia

sabato 10 marzo 2012

Le Origini Segrete dei supereroi (Comics Clichè)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con comicsverse 101, un blog che scava nel passato. Comics clichè, la rubrica più giovane e più seguita del blog torna ad analizzare espedienti narrativi comuni nel magico mondo dei fumetti. Le origini. Chi è il nostro supereroe? E Come nacque? Come influisce l'origine sul personaggio? Scopriamolo insieme.
Origini così segrete che le sanno pure i neonati....

Iniziamo dal principio, osservando l'origine del primo supereroe, Superman. Possiamo notare che la versione è leggermente diversa da quella che conosciamo tutti. Infatti in questa prima versione non si fa cenno della coppia che ha allevato Superman rendendolo il boy scout che tutti noi conosciamo.
 E' un origine figlia del suo tempo, non dimentichiamoci che eravamo sul finire degli anni 30. La prima origine di Superman non ci dice molto sul personaggio. Ci mostra solo i suoi fantastici superpoteri, ma non aggiunge nulla allo spessore del personaggio. Come mai Superman abbia deciso di vestirsi da Acrobata e picchiare la gente non ci è dato sapere. E' così e basta. Stessa cosa per i Fantastici quattro, Astronauti colpiti da "misteriosi raggi cosmici".
Nella vita vera i raggi cosmici gli avrebbero uccisi per overdose da radiazioni
Appena i quattro dimostrano i primi poteri sovrumani, è la cosa, il membro più pratico del gruppo a sapere già cosa pensa il capo del gruppo Mr Fantastic: "Non dirlo neanche cervellone! Dobbiamo usare questi poteri per il bene  dell'umanità giusto?". Eroi con poteri come dei, ma con origini fiacche. Il pathos è ridotto al minimo. L'origine non è il punto focale della loro storia, i loro poteri lo sono. Cosa diversa accade per eroi invece più "umani" come Batman (la cui origine troverete qua) e Capitan America. Il capitano è in realtà un gracile americano che non riesce ad arruolarsi in guerra perchè troppo cagionevole. Si offre quindi per un esperimento segreto. L'esperimento funziona, ma lo scienziato che ha perfezionato il processo viene ucciso dai nazisti, e Steve rimane l'unico successo del programma del Super-Soldato.
Ma scrivere la formula gli costava tanto?
 In questo caso l'origine conta eccome. E' la morte dei genitori che spinge Bruce Wayne a cacciare i criminali come una creatura della notte. E' il suo essere unico che fa di Steve Rogers un'icona. In questo caso l'origine fornisce anche una cosa che abbiamo visto mancare nelle storie precedenti. Motivazione. Non fraintendetemi, Superman e i fantastici quattro sono motivati nel proteggere l'umanità, salvare il mondo eccetera eccetera, ma tutto questo venne sviluppato solo successivamente.
Così come esistono dozzine di supereroi, esistono anche dozzine di origini diverse. Abbiamo visto i raggi cosmici, le pozioni scientifiche, anni di allenamento... Ma esistono anche ricevere poteri magici
 Le radiazioni (Nell'immagine qui sotto il Dottor Solar, che giusto per fare il grosso ha un intero reattore nucleare a scoppiargli in faccia. Crepa d'invidia Hulk)
 Oppure come il nostro Superman, essere un alieno. E quindi non avere veri e propri superpoteri, ma abilità comuni della tua specie, che sono effettivamente capacità sovraumane
 Queste storie "segrete" spesso non hanno alcun effetto sulla storia del personaggio, ma sicuramente aggiungono un tocco iconico alla storia dei nostri eroi preferiti. E' difficile separare L'uomo ragno dal ragno radioattivo, così come lanterna verde dall'alieno morente.
Anche i criminali hanno ovviamente origini segrete, ma sono perlopiù molto oscure, con un alone di "dramma" diverso da quello delle loro nemesi. Ad esempio il joker, il principe clown del crimine, era solo un piccolo criminale vittima di una cospirazione da parte di pesci più grossi, quando cadde in una vasca di acido che gli candeggiò la pelle e gli tinse i capelli di verde. Siccome il Joker è essenzialmente folle, non abbiamo propriamente idea se la versione che vado a presentare sia vera o no, ma prima che questo accadesse sua moglie incinta era morta a causa dei sopracitati pesci grossi che volevano usare il futuro sultano della risata come capro espiatorio.
 Oppure Victor Von Doom (seriamente, con un nome così DEVI diventare un supercriminale. O un cantante Metal) scienziato geniale, che cercava di salvare la madre dagli inferi grazie ad una sua invenzione. Purtroppo ai comuni mortali non è consentito vedere gli inferi, e il macchinario esplose in faccia a Victor, lasciandogli una piccola cicatrice sul volto. Schiavo dell'orgoglio Victor vide lo sfregio come una cicatrice che gli deformava completamente il volto, e si recò in Tibet per diventare maestro delle arti magiche. Studiò in un monastero, dove ordinò ai monaci lì residenti di forgiargli un armatura degna del futuro conquistatore del mondo. E per essere certo che il suo volto fosse orribile come ormai era la sua anima, Victor von doom si fece applicare la maschera della sua armatura ancora rovente sul volto (quanto fico è?)
 Il supercriminale medio quindi nella sua origine "perde" spesso qualcosa, spesso qualcosa di estremamente prezioso, e non ha la forza morale dell'eroe, e scivola lentamente nella pazzia. Cosa che capita anche gli eroi non crediate. Ma torniamo all'espediente narrativo "origine". Come per i supereroi, una buona origine è quella che dà al personaggio una motivazione, che lo rende tridimensionale. Anche una motivazione sciocca o scontata. Anzi, spesso sono quelle che funzionano meglio. Batroc il saltatore, mercenario nemico di Capitan America, è un supercriminale perchè è divertente. Nulla di più, nulla di meno. E anche se poco usato, è uno dei nemici più umani del Capitano a stelle e Strisce. Agli albori del fumetto le origini erano una minima parte del fumetto, e prendevano poche pagine, giusto per passare all'azione. In seguito le orgini iniziarono ad interessare sempre di più i lettori, che volevano sapere come mai Tizio sapesse volare, o come Caio avesse trovato il suo magico anello fatto di desideri. E venivano pubblicati albi speciali "tutti origini". Negli anni 90 però, le cose fecero un passo avanti. Si comprava il primo numero di una serie (e che quindi quasi per contratto doveva contenere le origini dell eroe) e si trovava un uomo in calzamaglia, o un gruppo degli stessi, già nel mezzo dell'azione. Senza una spiegazione di chi fossero o di cosa sapessero fare. Quello era lo scopo dei famosi numeri 0, espediente commerciale, con storie che avvenivano nel passato dei nostri eroi.
Brigade 0 introduce un team, che sparisce alla fine dell'albo per presentarci il nuovo team nel numero 1. Geniale!
 La filosofia "non ti serve sapere nulla su questo personaggio a parte il fatto che ha un bazooka al posto delle orecchie" era figlia della politica della prima Image, più focalizzata sull'azione e sul disegno ipercinetico che sulla storia
Ipercinetico un cazzo. Prova ad essere dinamico come Kirby Dan Fraga.
Il problema non era però l'assenza di origine. E' la stessa Image a presentare un personaggio privo di origine, che troviamo nudo in un campo in fiamme senza memoria del suo passato, Savage Dragon

L'unico con una sua personalità fin dall'inizio.
 L'origine di Dragon non era importante per due motivi. Il primo, è che l'autore, Erik Larsen seminava indizi e false piste fra i comprimari che cercavano di scoprire l'origine del nostro poliziotto pinnuto, e la seconda che questa ricerca non era intrusiva, non era il focus della storia. Dragon partiva con un nuovo inizio, e le storie seguivano la sua vita, con nuove motivazioni che andavano formandosi col tempo. In parole povere, Dragon ne sapeva quanto il lettore sulle sue origini, ma non gli importava, a lui importava fare il suo lavoro e farlo bene, anche dovendo affrontare sfide difficili. E anche quando l'origine di Dragon ci viene rivelata, la trame gli sviluppi sono stati tracciati in maniera tale che questo racconto sia shockante, e che lo siano anche le sue ripercussioni.
E se pensate che l'image ebbe un'idea geniale a non presentare le origini dei suoi eroi, sappiate che l'espediente era già stato usato in precedenza, citiamo il personaggio Dc, Lo straniero Fantasma
Di cui ancora oggi, dopo 60 anni non sappiamo quasi nulla.
 Oppure il più famoso Wolverine, la cui origine resto un segreto per almeno trent'anni.
E visto che una prevedeva che fosse un Ghiottone(tipo un tasso) evoluto fino ad essere umano ci va benissimo quella che ci hanno dato.
 Nel caso di Wolverine, la scoperta della sua origine ha dato origine ad opinioni contrastanti. Secondo alcuni è una storia toccante e in linea col personaggio, secondo altri la "scoperta" ha fatto perdere al personaggio il suo alone di Mistero. Per noi di Comicsverse 101, l'origine di Wolverine non toglie, nè aggiunge nulla al personaggio. E' una storia delle origini abbastanza lunga, che però non porta grosse rivelazioni sul nostro, a parte il suo vero nome e sul fatto che fosse un bambino gracile.
Le origini quindi non sono un punto focale della storia di un eroe, anche perché ciò che lo definisce nasce in seguito, poichè nasce dalle azioni che egli compie. Ma sicuramente le origini hanno un fascino. Tanto che vengono aggiornate e cambiate continuamente per tenere i personaggi aggiornati (Iron man ad esempio ebbe la sua origine prima in Vietnam, poi in corea e adesso in un conflitto mediorentale). Ma rimangono comunque iconiche agli occhi del lettore. Tanto che bastano poche parole e figure per ricreare alcune delle più famose. Qui, l'origine di Superman in quattro vignette di Morrison. Possibile, non solo per la bravura  dello scrittore scozzese, ma soprattuto grazie ala riconoscibilità che l'origine da al supereroe.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. E condividete gente! puntiamo alle stelle! Razzo kryptoniano pronto a partire, Let's go

Nessun commento :

Posta un commento

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio