Didascalia

Didascalia

sabato 18 febbraio 2012

Usagi Yojimbo- Mai sottovalutare i conigli

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con comicsverse 101, il blog più amato dalla PETA. Siccome gli animali ci piacciono forte, abbiamo deciso di presentarvi un personaggio animale particolare nel campo dei fumetti. Contrario allo stereotipo dell "animale divertente" come i classici Paperino, Presentiamo Myamoto Usagi, samurai nel Giappone feudale.

Quando qualcuno mi dà del coniglio lo prendo come un complimento.

Usagi Appare per la prima volta nel secondo numero del  magazine Albedo Anthtopomorphics(1987), un magazine contenitore di storie con animali come protagonisti, ma dal taglio più adulto, edito dalla Phantagraphics. Usagi è un fumetto scritto e disegnato da Stan Sakai, Giappo-americano già al lavoro per il lettering di Groo The wanderer, di cui mantiene il tono avventuroso, ma con tematiche più serie e introspettive.
Myamoto Usagi è un coniglio figlio del capo di un villaggio nell'era endo del Giappone (intorno al 17 secolo). Un giorno uscito dal villaggio, osserva come un grande samurai, Katsuichi riesca a mettere in fuga un'intera banda di malfattori, e decide di voler apprendere l'arte della guerra. Ma il samurai è restio a prendere un giovane come apprendista, e viene convinto solo dalla tenacia di usagi, che aspetta fuori dal dojo del maestro per giorni e notti intere. Katsuichi diventerà poi il maestro di usagi, addestrandolo anche in maniera non convenzionale a diventare un samurai, riuscendo poi a far diventare il coniglio il suo miglior allievo.
Katsuichi
Usagi dunque si iscriverà ad un torneo di scherma, e riuscirà a vincere e portare onore alla sua scuola, ottenendo così la sua prima spada katana e wakizashi (una piccola spada da supporto in combattimento). Impressionato dall'abilità del giovane, il reggente della regione, Lord mifune gli chiederà di prestargli servizio. Usagi accetterà, solo dopo aver fatto visita al suo vecchio villaggio, ed aver avuto un incontro romantico con il suo amore giovanile Mariko, che gli darà un figlio Jotaro, ma all'insaputa del giovane samurai. Usagi diventerà la rispettata guardia del corpo di Lord Mifune, fino al giorno in cui un lord rivale manderà dei ninja ad assassinare il reggente, attacco che riuscirà solo ad uccidere la moglie ed il figlio di Mifune, che dichiarerà guerra al rivale.
Anche Lord mifune si sa difendere bene ammettiamolo
Il rivale è Lork Hikiji (unico umano nella serie), alla quale Lord Mifune dichiara guerra. Guerra che verrà perduta grazie al tradimento di un generale di mifune, che decapiterà il suo precedente signore, dando la vittoria a Hikiji. Usagi riuscirà a salvare la testa di Mifune (se la testa fosse stata bruciata sarebbe stata un estrema umiliazione per il codice d'onore dell'epoca) e dargli un funerale onorevole, per salvare l'onore di aver perso la battaglia. Usagi riuscirà ad avere vendetta sui traditori, ma mai su Hikiji, che riuscirà a sconfiggerlo a fargli le sua iconica cicatrice sulla fronte, nonchè ad ucciderne il padre.
Usagi diventerà così un ronin, un samurai senza padrone, o uno yojimbo (una guardia del corpo a pagamento) viaggiando per il mondo in un pellegrinaggio del guerriero
Affrontando orde di nemici reali e sovrannaturali,  creandosi anche molti alleati.
Ad esempio il cinico cacciatore di taglie Murakami gennosuke, figlio di una coppia di nobili origini caduta in povertà, dopo una rivalità con Usagi, il loro rapporto diventerà più complesso, trasformandosi in un profondo rispetto.
La ninja Chizu, facente parte del clan Neko, sotto il controllo di Hikiji, ma dal forte senso dell'onore e quindi spesso alleata del coniglio vagabondo.

Anche se Hikiji è il "grande cattivo" della serie, la nemesi di Usagi può essere considerata Jei, la lama degli dei, l'anima nera, il lanciere demoniaco. Un samurai che si credeva prescelto dagli dei per per uccidere i peccatori. Ma chi può dire di non aver commesso peccati? Jei è un maniaco omicida, che lascia dietro di sè morte e distruzione di interi villaggi. Apparentemente immortale, Jei è riuscito a sopravviere a moltissime ferite mortali, fino alla sua morte, quando venne colpito da un fulmine durante un duello con Usagi. da quel momento lo spirito di Jei è in grado di possedere gli innocenti, trasformandoli in suoi servitori.
Usagi Yojimbo ha avuto una vita editoriale intensa, come al maggior parte dei personaggi Creator Owned, finendo poi per essere pubblicato dalla Dark Horse. Le storie del coniglio prendono spunti da molte opere delle cultura pop e non giapponese. Ad esempio i film di Kurosawa, o anche manga famosi come Lone wolf e Cub
Qui vediamo usagi con il figlio Jotaro ad esempio



Durante il periodo in cui fu pubblicato dalla Mirage comics, Usagi ebbe anche molti crossover con le tartarughe ninja, di cui diventerà un prominente alleato, facendo anche capolino nelle varie incarnazioni animate dei ninja più verdi del mondo.

Sakai si lancerà anche in una serie spin off, durata solo pochi numeri, dove cambierà l'ambientazione di Usagi dal giappone feudale allo spazio.

E questo è Usagi Yojimbo in pillole, nella migliore tradizione di Comicsverse 101. Una lettura interessante oltre che didattica e affascinante. Sakai gestisce benissimo le ambientazioni e i rapporti fra i personaggi, con uno spaccato assolutamente accurato della filosofia del bushido giapponese.
Oltre che a un sacco di botte.
Anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornameti. Un altro villaggio mi aspetta. Pronti a partire. Let's go

7 commenti :

  1. Finalmente so qualcosa su questo Usagi di cui avevo sentito parlare...grazie mille per le informazioni! ^_^

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. ho anche notato un "crossover" tra il barbaro e il samurai nella seconda storia di usagi

      Elimina
    2. Esatto! Peccato che la il personaggio non abbia un grande successo di pubblico in terra nostrana...

      Elimina
    3. il barbaro o il coniglio? sul barbaro non mi sbilancio perchè non l'ho ancora letto anche se mi ispira ma come non può piacere un personaggio disney scritto da tarantino?!?

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio